Approccio Anteriore Diretto

Home Operatori sanitari Ortopedia Anca Approccio Anteriore Diretto

L'approccio anteriore diretto per l'artroplastica totale d'anca sta diventando una tecnica sempre più diffusa. I potenziali vantaggi per il paziente includono una guarigione più rapida e minori vincoli di movimento. Il posizionamento delle componenti può essere potenzialmente ottimizzato con l'ausilio della fluoroscopia intra-operatoria, il cui uso è facilitato dal posizionamento supino del paziente. I principali vantaggi dell'approccio anteriore diretto rispetto agli approcci chirurgici tradizionali sono:

  • il campo visivo durante l'intervento;
  • accesso efficace tramite l'incisione praticata nella parte anteriore dell'anca a livello intramuscolare.

ASPETTI PRINCIPALI

  • Minore tasso di lussazione rispetto agli approcci tradizionali1-4
  • Capsula posteriore e rotatori esterni rimangono intatti
  • Visualizzazione nel posizionamento delle componenti
  • Riabilitazione più rapida rispetto agli approcci tradizionali
  • Più pazienti dimessi nell'immediato post-operatorio5-7
  • Minore utilizzo di ausili per la deambulazione nel post-operatorio (es. stampelle, ecc...)7-9
  • Trattamento del dolore ridotto6-8
Approccio Anteriore Diretto APPROCCIO ANTERIORE DIRETTO 540x300 1

PRECAUZIONI E AVVERTENZE

Ciascun paziente è diverso e i risultati individuali variano. La chirurgia comporta rischi e tempi di recupero variabili.

Alcuni prodotti e alcune opzioni potrebbero non essere disponibili in tutti i Paesi.


BIBLIOGRAFIA

  1. Mirza A. A mini-anterior approach to the hip for total joint replacement: optimizing results – improving hip joint replacement outcomes. Bone Joint J. 2014; 96B(11): 32-5.
  2. Connolly KP, Kamath AF. Direct anterior total hip arthroplasty: Comparative outcomes and contemporary results. World J Orthop. 2016; 7(2):94-101.
  3. Tsukada S, Wakui M. Lower Dislocation Rate Following Total Hip Arthroplasty via Direct Anterior Approach than via Posterior Approach: Five-Year-Average Follow-Up Results. The Open Orthopaedics Journal. 2015; 9:157-162.
  4. Sheth, D; Cafri, G; Inacio, M; Paxton, EW; Namba, R. Anterior and Anterolateral Approaches for THA Are Associated With Lower Dislocation Risk Without Higher Revision Risk. Clin Orthop Relat Res. 2015; 473:3401–3408.
  5. Alecci V. Comparison of primary total hip replacements performed with a direct anterior versus the standard lateral approach – perioperative finding. J Orthop Traumatol. 2011; 12(3):123-9.
  6. Schweppe M. Does surgical approach in total hip arthroplasty affect rehabilitation, discharge disposition, and readmission rate? Surg Technol Int. 2013; 23:219-27.
  7. Zawadsky M. Early outcome comparison between the direct anterior approach and the mini-incision posterior approach for primary THR - 150 consecutive cases. J Arthroplasty. 2014; 29:1256-1260.
  8. Christensen C. Comparison of patient function during the first six weeks after direct anterior or posterior total hip arthroplasty – a randomized study. J Arthroplasty. 2015; 30(9): 94-7.
  9. Nakata K. A clinical comparative study of the direct anterior with mini-posterior approach – two consecutive series. J Arthroplasty. 2009; 24(5):698-704.