ANTERIOR PATH®

Home Operatori sanitari Ortopedia Anca AnteriorPATH®

L'utilizzo della cannula consente di praticare un'incisione trasversale più prossimale e laterale in modo tale da limitare numerose complicanze riguardanti la guarigione del femore e della ferita. Il posizionamento e l'orientamento dell'incisione creano un'ottima esposizione femorale, riducono le complessità correlate alla preparazione femorale e consentono l'adozione di qualsiasi filosofia di stelo. L'impiego di un portale per predisporre l'acetabolo consente la visualizzazione diretta, l'alesatura e l'impatto del cotile coassiali.

AnteriorPATH® Brochure
AnteriorPATH® Ap 1

COMPLICANZE DELLA FERITA NELL'APPROCCIO ANTERIORE DIRETTO

L'incidenza delle complicanze della ferita è superiore di 7 volte con l'adozione dell'approccio anteriore diretto e non migliora con l'esperienza del chirurgo.8

Utilizzando l'approccio anteriore diretto, l'incisione della cute non segue le linee di Langer, corrispondenti all'orientamento naturale delle fibre di collagene nel derma, creando:

• Tensione costante sulla ferita

• Perfusione insufficiente della ferita

AnteriorPATH® Ferita 1

VANTAGGI DELL'INCISIONE ANTERIOR® PATH

L'incisione Anterior Path® viene praticata seguendo le linee di Langer, appena sotto la piega dell'anca, in modo da ottenere diversi vantaggi9:

• Miglioramento estetico della ferita

• Rapidità di guarigione della ferita10

• Riduzione delle complicanze della ferita

ANTERIOR PATH® E NERVO FEMORO CUTANEO LATERALE

La retrazione richiesta dall'approccio anteriore diretto per accedere all'anca può determinare la lesione del nervo femoro cutaneo laterale, con conseguente formicolio, intorpidimento e dolore a livello della coscia del paziente. Grazie alla modifica della posizione e dell'orientamento dell'incisione nell'approccio Anterior Path®, si riduce il rischio di ledere il nervo femoro cutaneo laterale. Uno studio sull'approccio anteriore diretto ha dimostrato che l'incisione trasversale riduce il rischio di intorpidimento della coscia anteriore di quasi la metà nel post-operatorio.9

  • Uno studio comparativo sull'approccio anteriore diretto indica che l'incisione longitudinale eseguita su 964 pazienti ha causato un intorpidimento maggiore di 1,9 volte rispetto a una piccola incisione trasversale.9
AnteriorPATH® ANTERIOR PATH E NERVO FEMORO CUTANEO LATERALE 540x300 1

L'OPINIONE DEL CHIRURGO

"C'è sempre spazio per qualcosa di innovativo. L'aspetto interessante dell'Anterior Path® risiede nella capacità di migliorare questo tipo di intervento, senza compromessi per il chirurgo".

- Dr. Joseph Assini MD, Englewood, CO

Con l'approccio Anterior Path®, l'orientamento dell'incisione è obliquo, anziché longitudinale. Inoltre, l'incisione obliqua viene praticata in una posizione più prossimale e laterale. La natura e la posizione dell'incisione presentano diversi vantaggi, tra cui:

  • Visualizzazione e accesso migliori ai fini della brocciatura e del posizionamento dello stelo
  • Eliminazione della necessità di manici doppi di brocciatura con offset
  • Riduzione al minimo delle complicanze femorali, inclusa la potenziale frattura peri-protesica
  • Maggiore facilità nella preparazione femorale
  • Compatibilità con tutte le tipologie di stelo

PRECAUZIONI E AVVERTENZE

Ciascun paziente è diverso e i risultati individuali variano. Come in tutte le procedure chirurgiche importanti, sussistono rischi e tempi di recupero variabili.

La tecnica chirurgica con approccio anteriore diretto per l'artroplastica d'anca è efficace; tuttavia, può ancora presentare problematiche quali: complicanze a livello dell'impianto, dei nervi e della ferita; prolungamento dei tempi dell'intervento e perdita di sangue. La tecnica Anterior Path è progettata per limitare le potenziali problematiche correlate alle complicanze a livello dell'impianto, dei nervi e della ferita.

I chirurghi intervistati sono consulenti di MicroPort® Orthopedics. Le opinioni espresse sono personali e non riflettono necessariamente il parere di MicroPort® Orthopedics Inc.


RIFERIMENTI

  1. As compared to posterior approach THA. Grammatopoulos G et al. Bone Joint J. 2018 Oct;100-B(10):1280-1288.
  2. As compared to posterior approach THA. W P Barrett et al./ J of Arthroplasty 28 (2013) 1634-1638.
  3. As compared to posterior approach THA. M J Taunton et al. / J Arthroplasty 29 Suppl. 2 (2014) 169-172.
  4. As compared to posterior approach THA. Taunton MJ et al. Clin Orthop Relat Res. 2018.
  5. Spaans AJ, van den Hout JA, Bolder SB. High complication rate in the early experience of minimally invasive total hip arthroplasty by the direct anterior approach. Acta Orthop 2012;83:342-6.
  6. Hartford JM, Knowles SB. Risk Factors for Perioperative Femoral Fractures: Cementless Femoral Implants and the Direct Anterior Approach Using a Fracture Table. J Arthroplasty 2016;31:2013-8
  7. Christensen CP, Karthikeyan T, Jacobs CA. Greater prevalence of wound complications requiring reoperation with direct anterior approach total hip arthroplasty. J Arthroplasty 2014;29:1839-41
  8. Christensen CP, Jacobs CA. Comparison of Patient Function during the First Six Weeks after Direct Anterior or Posterior Total Hip Arthroplasty (THA): A Randomized Study. J Arthroplasty 2015;30:94–97
  9. Leunig et al. Skin crease ‘bikini’ incision for the direct anterior approach in total hip arthroplasty. The Bone & Joint Journal Vol. 100-B, No. 7. 28 Jun 2018
  10. Statistically significant for obese patients. Manrique J, Paskey T, Tarabichi M, Restrepo C, Foltz C, Hozack WJ. Total Hip Arthroplasty Through the Direct Anterior Approach Using a Bikini Incision Can Be Safely Performed in Obese Patients. J Arthroplasty. 2019 Aug;34(8):1723-1730