AutoMRI™

Less time, more flexibility.1

Il modo AutoMRI è la prima tecnologia al mondo capace di rilevare il campo MRI e commutare automaticamente in modalità asincrona.

Home Operatori sanitari Cardiac Rhythm Management Pacemaker AutoMRI™

Rendere la scansione MRI semplice e sicura per i pazienti con pacemaker.1

La presenza di comorbidità cardiovascolari e di altre patologie come ictus, cancro e osteoartirte può portare i pazienti con pacemaker a doversi sottoporre a scansione con Risonanza Magnetica (MRI).2–4

Abbiamo progettato la funzione AutoMRI pensando al paziente e al medico, per far sì che questa procedura diagnostica costosa sia libera da problemi, sicura ed efficace.1,5,6

Take the work out of workflow.1,6

  • La flessibilità di una sola visita
  • Ri-commutazione automatica alla programmazione iniziale
  • Minima esposizione al modo asincrono

Come funziona?1

  • Il modo MRI viene programmato su ‘Auto’ e si imposta una finestra temporale per il rilevamento di forti campi magnetici (fino a 48 ore)
  • Il paziente accede all’esame MRI: il dispositivo rileva il forte campo magnetico e commuta automaticamente in modo asincrono
  • 5 minuti dopo lo svolgimento dell’esame MRI, il dispositivo ritorna automaticamente alla programmazione iniziale
AutoMRI™ AUTOMRI workflow 3 1

i benefici della funzione AUTOMRI

  • La flessibilità di una sola visita: visto che il dispositivo ritorna al funzionamento iniziale in modo automatico, non è necessario che il paziente ritorni dal cardiologo per una seconda visita
  • La soddisfazione ottimale del paziente:6 la funzione AutoMRI fa sì che l’attivazione della modalità asincrona duri il meno possibile
AutoMRI™ Auto MRI Benefits 2

Prodotti correlati:

ALIZEA; BOREA; ENO; TEO; OTO; KORA 250; KORA 100;

Website di riferimento:

https://www.crm.microport.com/

RIFERIMENTI

  1. I manuali sulle soluzioni MRI di MicroPort sono disponibili al sito www.microportmanuals.com
  2. Gorina Y, et al. Trends in Causes of Death among Older Persons in the United States. National Center for Health Statistics 2006.
  3. Helmick CG, et al. Estimates of the prevalence of arthritis and other rheumatic conditions in the United States. Part II. Arthritis & Rheumatism. 2008;58:15–35.
  4. Magnetic Resonance Imaging (MRI) available at RadiologyInfo.org. 2014.
  5. Irnich W and Weiler G. The problems associated with asynchronous pacing stimulation. Rechtsmediz. 2009;19:152–6.